poesia

10.05.2018

Quando mi baci
sento un caldo torpore
diramarsi dalle labbra
fino al ventre, invogliandomi
a bere come una stella
caduta nel deserto.

I miei fianchi divengono
sempre più bramosi di passione
e non riesco, non riusciamo
a controllare queste primordiali
sensazioni.
Siamo come due tigri in gabbia
che vogliono e non vogliono
cedere all’amore.

Ma il desiderio è dolce
come un frutto
appena colto;
ha il medesimo sapore
del melograno ed è piacevole
abbandonarsi in questo
mare di petali di rosa.

I nostri corpi
si intrecciano come a creare
una nuova sinfonia.
La dolcezza dei tuoi occhi verdi
si oscura,
diventando selvaggia, ancestrale.

E mi sento inghiottita da
questa bramosia che cresce
come fiamme fino al cielo.

Angelica

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...