lettere

Caro I,

Caro I,

mi fa strano scriverti questa lettera, soprattutto dopo tutto il dolore che ho provato per te. “Che dolore?” ti starai chiedendo… Beh, in primis hai giocato con i miei sentimenti come un bambino gioca con un pallone; seconda cosa, ti sei fatto aspettare per un anno e poi sei scomparso come risucchiato da un buco nero.

No che ci siamo rivisti, no che mi hai abbandonata di nuovo. Gran bel comportamento! Davvero maturo; soprattutto dopo averti ospitato in casa per una settimana e averti fatto girare quasi tutto il nord Italia… Pensa che quando ci siamo salutati in aeroporto qualcosa mi diceva che sarebbe stata l’ultima volta che ci saremo rivisti; era come se già sapessi che quello sarebbe stato un addio ed io cos’ho fatto? Ho tirato un sospiro di sollievo.

Nonostante tutto ciò devo spezzare una lancia a tuo favore. Grazie a te, o meglio, alla tua presenza nella mia vita, ho imparato lo spagnolo; ho iniziato a viaggiare per la Spagna e conoscere persone nuove che mi apprezzano per ciò che sono.

A causa tua sì ho sofferto, ma ho anche capito che in un modo o nell’altro dovevo andare in Spagna per capire chi sono e cosa voglio diventare. Dopo di te la Spagna, e in particolar modo la Galizia, hanno iniziato a “perseguitarmi” (ragion per cui ho deciso di visitarla e ciò che è successo è successo). Quindi grazie, grazie davvero.

Tua, Angelica

P.s: per quanto io possa esserti grata spero che i nostri destini non si incontrino di nuovo perché non ho alcuna voglia di soffrire di nuovo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...