pensieri

Gap year e bilancio dell’anno pt.1

Siamo già agli inizi di agosto e generalmente, arrivati a questo punto dell’anno, inizio a tirare delle somme più o meno approssimative. Dal titolo di questo articolo si capisce che ho intrapreso un gap year (anno sabbatico) dove ho viaggiato e conosciuto persone fantastiche. Bene, iniziamo.
L’anno nuovo si è aperto in Irlanda. Ho passato qualche giorno a Cork e poi a Dublino. Ovviamente quella che mi è più rimasta nel cuore è stata proprio Dublino; era la seconda volta che ci andavo. Durante il mese di gennaio prendo anche parte a delle lezioni di Lis dove ho avuto modo di approcciarmi al mondo della lingua dei segni italiana e dove ho conosciuto persone dal cuore d’oro.

Arriva febbraio e parto alla volta della Spagna; meta che ho sognato praticamente per un anno. Le prime due settimane le ho passate tra una familia e la scuola di lingue; erano più due settimane di vacanza studio. In questo breve lasso di tempo ho avuto modo di parlare spagnolo 24 ore su 24. Con la famiglia mi sono trovata particolarmente bene.
Finite le due settimane mi tocca cambiare casa e vado a vivere in un piso (appartamento) universitario condiviso con altre tre ragazze: una italiana, una basca (non sia mai che dica che fosse spagnola) e un’americana. Ho letterlamente amato quel posto e la mia prima volta in appartamente condiviso è andato molto bene. Le ragazze mi adoravano perché a detto loro portavo sempre allegria e in più cucinavo per tutti (soprattutto quando avevo voglia). Devo anche aggiungere che la mia finestra si affacciava sulla Cattedrale.

Si può dire che ero nel pieno della festa; vi dico solo che in piena settimana santa sentivo i tamburi passarmi sotto alla finestra. In quell’appartamento ci ho vissuto da fine febbraio a fine aprile. Che cos’hai fatto in tutto questo periodo? Vi starete domandando. Beh, ho vissuto la mia vita e mi sono concentrata sulla poesia.
Ricordo che c’era un bar che frequentavo; un giorno mentre stavo tornando a casa mi sono persa per la zona storica ed ho trovato un volantino di un open mic (microfono aperto); c’era il nickname di instagram ed ho scritto alla pagina, mi sono prenotata e da allora non me ne sono perso uno di open mic.

Pensate che la prima volta tremavo come una foglia! Giusto, dimenticavo che in questo periodo ho anche frequentato delle serate linguistiche trovate su couchsurfing. Sono entrata talmente tanto nel giro che ormai considero quei ragazzi il mio gruppo di amicizie ed ho promesso loro che sarei tornata più avanti! Tornando all’open mic, avevo inviato tutto sul gruppo di cs e alcuni dei ragazzi sono venuti a vedermi! Diciamo che i tremori d’ansia sono passati grazie a loro. Con uno di questo gruppo c’è stato anche un bacio che in un modo o nell’altro mi ha migliorato sia l’umore sia l’autostima. Cosa più assurda non mi sono innamorata di lui ed ho avuto l’ispirazione per scrivere una poesia!
Dopo la mia vita da bohème sono tornata in Italia perché avevo un raduno di arti marziali (e ci tenevo a rivedere i miei compagni di squadra) e il matrimonio di un amico di famiglia. Arriviamo così a maggio.
Bene, a questo matrimonio ho vinto il bouquè due volte, DUE VOLTE. Però del mio Romeo ancora nessuna traccia… Passate queste due settimane sono tornata in Spagna perché ho trovato un lavoretto come au pair in Galizia per il mese di giugno.
Siccome era a giugno, mi sono fatta due settimane a zonzo tra Zaragoza e, ovviamente León.

Castello dell’Aljafería

Sono andata a Zaragoza per il semplice motivo che lì ho un’amica che ho conosciuto mentre lei era in erasmus nella mia città. Mi ha ospitato per una settimana ed abbiamo fatto le turiste nella sua stessa città. E’ stato divertente ed abbiamo condiviso la sua stanza. Questa ragazza la considero come una sorella e non vedo l’ora di rivederla!

Dopo questa settimana tra ragazze, ho preso il treno per partire alla volta della mia amata León dove mi ha ospitato un mio carissimo amico uscito da una brutta situazione sentimentale. Questo ragazzo per sollevarsi il morale ha dato una festa con una trentina di persone ed è stato assurdo vedere degli adulti comportarsi come degli adolescenti!

Alla fine di questa settimana parto e vado in Galizia (per chi non lo sapesse: si trova sopra il Portogallo). Ho passato sette ore in treno e grazie a questo scontro ho sconfitto la mia paura di perdermi in treno!

hoguera di San Xoan

Trovandosi sopra il Portogallo è come se fosse un’ora indietro e quindi c’è più luce. Altra cosa, la scuola chiude con la festività di San Xoan (San Juan). Per questa festività si fanno dei falò in riva al mare dove si bruciano tutte le cose negative dell’anno. Si dice che sia a noite mais meigas dell’anno. Per questa festività la gente si ritrova in riva all’oceano con tanto di gaitas e bevande.

igeja da pregrina

Mentre mi trovavo in questa bellissima regione sono andata anche a Pontevedra, una cittadina molto bella e tranquilla che mi ricorda molto la mia città con la sola differenza che ci sono molti pellegrini intenti a terminare il cammino di Santiago. L’ho visitata tramite cs e mi sono trovata molto bene con la ragazza che mi ha ospitata. Mi ha portata alla Lanzada

O Grove

Dopo l’esperienza come au pair sono tornata a León per salutare i ragazzi prima di tornare in Italia. Guarda caso sono arrivata proprio per le festa della città che dura una settimana. Ho avuto la possibilità di dire arrivederci con in sottofondo i Tequila live! Della serata mi è rimasta un bicchiere di birra in plastica dura che è diventato un nuovo portapenne in camera mia. E’ stato uno dei concerti più belli perché mi trovavo lì con le persone giuste ed era il momento giusto per vivere e chiudere in bellezza questo viaggio che mi ha portata in una terra bellissima!

Beh, questa prima parte come potete vedere è andata più che bene! Ora spero che vada bene anche la seconda parte e hasta pronto!

Angelica

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...