poesia

φαρμακόσ

Ho venduto la mia animaal Re dell'oltretombaper riaverti al mio fianco,per riaccendere questo cuore distrutto. Ma tu hai preferito un fruttomeno matura e più passionaledell'amore stesso. Ed ora piangoperché eri il mio φαρμακόσe mi hai uccisa con la tua assenza. Angelica

racconti

Demoni

https://www.youtube.com/watch?v=RTkcbjMrERY Mi guardo allo specchio e ciò che i miei occhi vedono non è nulla di straordinario. Pelle bianca, pallida quasi effimera, è possibile vedere le vene azzurre al di sotto di essa. Occhi grandi, dall’iride verde bosco, spenti come un falò la mattina dopo ferragosto. Il mio sguardo percorre tutta la mia figura riflessa… Continue reading Demoni

poesia

Donne

I giorni di ieri:usate, umiliate, usurpate.Ridotte a vivere come soprammobiliin una casa priva d'amore,con l'unico scopo di intrattenere un fallo e dare alla luce nuove creature. Donne, siamo state costrette a misurarci conuna società patriarcalecostruita dagli uomini per gli uomini,un mondo maschilistache ci ha privato dei nostri diritti,trattandoci come proprietà. Donne, siamo state spogliate della nostra… Continue reading Donne

poesia

Tu

Tra milioni di occhipensavo che i tuoimi avrebbero salvata e invecesi sono rivelati ugualia tutti gli altri. Mi aggrappai alla tua manoquando i demoni iniziaronoa trascinarmi nell'oscurità. E tu, tu, mi lasciasti caderenella bocca degli inferi. angelica

racconti

Stazione

Aspettando. Ma cosa? Nemmeno io lo so. L’unica cosa di cui sono certa in questo momento è che a momenti dovrebbe arrivare un caro amico che non vedo da tempo. Aspettare in stazione è la sintesi perfetta della mia vita; dove le persone che incontro sono i treni che arrivano e partono. Alcuni si intrattengono per un periodo più o meno lungo, altri partono dopo appena qualche secondo… Ma la loro semplice presenza nella mia vita è un insegnamento nuovo, una ventata d’aria fresca, una brezza estiva che rallegra, e talvolta rattrista, incupisce.